Tanzania, vignettista arrestato e incarcerato per “crimini informatici

 
 

Aggiornamento 8 ottobre. Dopo due settimane di detenzione, è stato collocato in un’altra casa di riposo a rilasciato senza accuse in attesa di processo per “crimine informatico”.

Cartooning for Peace e Cartoonist Rights Network International hanno lanciato un allarme sull’arresto illegale e l’incarcerazione in Tanzania del vignettista Optatus Fwema, presumibilmente motivato da questa vignetta.

Tanzania, vignettista arrestato e incarcerato per "crimini informatici

Il 4 ottobre, Katuni (Società dei Cartoonisti dell’Africa Orientale) ha rilasciato una dichiarazione che riporta l’arresto e la detenzione del vignettista Optatus Fwema presso la stazione di polizia di Oysterbay a Dar es Salaam, in Tanzania

Katuni denuncia che “gli è stata negata la libertà su cauzione e quindi è detenuto illegalmente”, chiede il suo rilascio immediato e condanna “questo palese attacco alla libertà di stampa e ai diritti individuali”.

Il caso viene monitorato e seguito da vicino dalla Coalizione dei difensori dei diritti umani della Tanzania (THRDC), che ha anche rilasciato una dichiarazione sul caso, descrivendo l’arresto e la detenzione del vignettista come arbitrari.

Optatus Fwema è stato arrestato a casa sua il 23 settembre e interrogato senza rappresentanza legale o presenza di familiari in relazione a presunti “crimini informatici”, anche se non sono ancora state formulate accuse, forse per una vignetta pubblicata sui suoi social media (secondo quanto riferito su Instagram). Secondo il THRDC, a tutt’oggi rimane in carcere, superando le 48 ore di custodia consentite dalla legge

Tanzania, vignettista arrestato e incarcerato per "crimini informatici

Foto: Florence Fwema. Fonte Comitato per proteggere i giornalisti

Secondo Katuni, il vignettista, che dal 3 ottobre è difeso da un avvocato della THRDC, dovrà comparire in tribunale martedì 5 ottobre 2021.

Informazioni sul cartone animato

La vignetta per la quale si ritiene che sia stato arrestato mostra l’attuale e sesto Presidente della Repubblica, Samia Suluhu, nei panni di una ragazza che colpisce l’acqua in una vasca con i colori della bandiera e fa il suono “Ba! ba! ba! ba!”

Dandole le spalle, il 4° Presidente della Repubblica, Jakaya Kikwete (ribattezzato Kiwete “lo storpio” e con una scritta sulla schiena) si rivolge alla popolazione: “Lei garantisce una buona leadership del Paese”

Secondo l’interpretazione offerta a Cartooning for Peace da un osservatore, la battuta intende criticare la cattiva gestione del Paese da parte dell’attuale Presidente e lo sforzo di proteggerla dal precedente Presidente, che molti considerano il suo mentore. La battuta sul suo nome tende anche a ironizzare sulla sua gestione degli affari del Paese quando era Presidente.

Non sono riuscito a trovare i link agli account dei social media o al sito web dell’azienda vignettista.

Tanzania, vignettista arrestato e incarcerato per "crimini informatici

L’umorismo nei guai, una raccolta di casi (III)
Casi di vignettisti che hanno avuto problemi di una certa importanza a causa delle loro vignette o illustrazioni satiriche. Ci sono anche alcune storie di altre persone che, senza essere fumettisti, hanno avuto problemi per averle condivise.


Suscríbete por email para recibir las viñetas y los artículos completos y sin publicidad
Artículos relacionados