La tortura salva le vite?

 
 
la tortura salva le vite? Waterboarding

Vignetta originale di Joel Barbee

Nella mia passeggiata quotidiana su ToonPool, ho trovato questa vignetta del vignettista americano Joel Barbee tra quelle la maggior parte dei commenti il tema è la tortura con la controversa procedura del “Waterboarding” e il messaggio di Joel è che giustificare questo metodo negli interrogatori di presunti terroristi non uccide nessuno e, secondo lui, salva migliaia di vite.

E ciò che non si può negare, anche senza capirlo, è che molte persone condividono questo pensiero.

Se vuole sapere in cosa consiste questa crudele forma di tortura, può guardare il giornalista Christopher Hitchens che si sottopone a una sessione di Waterboarding videoregistrata come esperimento.

La provocazione, più che evidente, riporta ancora una volta la calda polemica sulle torture‘illegali‘ e crudeli a Guantanamo (dubito che ci siano torture senza crudeltà) da parte dell’esercito statunitense, il tutto tra le voci dei negazionisti.

Alcuni, discutendo con l’umorismo come ombrello, lo considerano una demagogia crudele e maligna, mentre altri ritengono che non possa essere considerato umorismo, nemmeno l’umorismo nero, incrociando i commenti a favore come un truismo un po’ fastidioso ma necessario.

Poiché la discussione sul sito si sta svolgendo in inglese e le posizioni sia a favore che contro stanno iniziando ad accumularsi, la riporto qui nel caso in cui qualcuno voglia commentare l’approccio e il messaggio della vignetta cruda e per nulla subliminale di Joel.

la tortura salva le vite?

Aggiornamento 08/05 Il vignetodromo ha aperto una sezione chiamata “La vignetta più demagogica del mese”, dove pubblicherà le vignette che considera demagogiche, fuori tono, ingiuste, estremamente cattive, ecc? Sarà la sezione anti-vignetodromo del vignetodromo. Hanno già pubblicato il selezionati per il mese di aprile.


Suscríbete por email para recibir las viñetas y los artículos completos y sin publicidad
Artículos relacionados