Quattro mesi senza AMP

 
  • ES
  • JA
  • RU
  • CN
  • PT
  • DE
  • FR
  • EN
  • Quattro mesi senza AMP

    Sono passati quasi quattro mesi ho rimosso le pagine AMP e possiamo già fare un bilancio. Non c’è stato alcun impatto negativo.

    • Le classifiche di Google non sono andate perse, anzi sono migliorate e sono state guadagnate anche in altri motori di ricerca come Bing e Yandex.
    • I dati di click-through sui risultati del motore di ricerca Google sono in crescita e stabili
    • Le impressioni continuano a crescere a un buon ritmo
    • Anche il tempo di permanenza sulla pagina e le visualizzazioni di pagina per sessione continuano ad aumentare.

    Questi risultati non sono solo una conseguenza di questa azione, in quanto la rimozione delle pagine AMP è stata un’ulteriore mossa nell’ambito del programma un piano processo di ottimizzazione e altre coseche ha avuto inizio nell’ottobre 2021 con la modifica dei permalink per abbreviare gli URL.

    Negli ultimi 120 giorni ho letto più di una persona commentare che ha abbandonato le pagine AMP o che sta pianificando di farlo, e anche alcuni media stanno iniziando ad eliminarle.

    Ad aprile, il browser Brave e il motore di ricerca DuckDuckGo hanno deciso di agire contro le pagine AMP.

    Coraggioso De-AMP

    Il 19 aprile Coraggioso ha annunciato una nuova funzione chiamata De-AMP che consente agli utenti del suo browser di saltare le pagine AMP ospitate da Google e di visitare direttamente le pagine native dell’editore.

    Brave ritiene che AMP danneggi la privacy, la sicurezza e l’esperienza internet degli utenti e che aiuti Google a far crescere il suo monopolio e a controllare ulteriormente la direzione del web.

    Prevedono che “AMP 2.0” sarà ancora peggiore. Google sta sviluppando un sistema di tracciamento AMP basato sulle sue proposte “Signed Exchange” (SXG) e “WebBundle”. “Questo, non formalmente chiamato AMP 2.0, ha gli stessi obiettivi: permettere ai server di Google di servire una maggiore quantità di Web, e in modi che danno agli utenti meno controllo su come interagire con quel contenuto, e con meno informazioni sulla provenienza di quel contenuto”.

    Tutte le informazioni su De-AMP sul suo sito web.

    DuckDuckGo non mostra le pagine AMP

    Il motore di ricerca DuckDuckGo ritiene inoltre che le pagine AMP siano dannose per la privacy e che Google dia loro un trattamento prioritario rispetto alle pagine native.

    DuckDuckGo ritiene che“la tecnologia AMP sia negativa per la privacy perché consente a Google di tracciare ancora di più gli utenti (che sono già una tonnellata). E Google utilizza AMP per rafforzare ulteriormente il suo monopolio, obbligando gli editori a utilizzare la tecnologia, dando priorità ai link AMP nella ricerca e favorendo gli annunci di Google sulle pagine AMP“.

    Anche il 19 aprile, in un tweetha annunciato che le sue applicazioni ed estensioni ora proteggono dal tracciamento di Google AMP. Quando una pagina Google AMP viene caricata o condivisa ovunque dalle app DuckDuckGo (iOS/Android/Mac) o dalle estensioni (Firefox/Chrome), verrà utilizzata la pagina web dell’editore originale invece della versione Google AMP.

    Stanno anche lavorando a un nuovo browser incentrato sulla privacy.


    Suscríbete por email para recibir las viñetas y los artículos completos y sin publicidad

    Artículos relacionados

    ¿Algo que decir?