Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano “A Tarde” per aver criticato il governo

 
 
Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano "A Tarde" per aver criticato il governo

Vignetta di Osmani Simanca (01/08/2017)

Nel giugno 2017, il vignettista Osmani Simanca è stato licenziato dal giornale brasiliano A Tarde

Il vignettista nato a Cuba e naturalizzato brasiliano lavorava per il giornale, il più antico dello Stato di Bahia e uno dei più antichi del Brasile, da oltre 15 anni. È in stampa dal 1912.

Secondo l’autore, non è stato licenziato per una vignetta specifica, ma per le sue critiche al governo di Michel Temer e ai suoi alleati. In altre parole, per tutte le sue vignette nel 2016.

In una nota sulla sua pagina Facebook, ha spiegato che dopo il penultimo cambio di direzione del giornale, ha iniziato a essere interrogato sul contenuto delle sue vignette, alcune delle quali sono state censurate, e ha colto l’occasione per ricordare alcune delle malattie croniche del giornalismo.

“È difficile avere la libertà senza l’indipendenza economica. La maggior parte della stampa è sempre dipesa dalla propaganda del governo. Questo non sarebbe un problema se questi governanti non esercitassero pressioni su giornali e giornalisti, e se i giornalisti e i giornali democratici non si lasciassero influenzare per scrivere elogi o critiche ingiuste. Il nostro percorso deve sempre essere definito dall’etica e dalla virtù, cose rare in questi tempi bui, pieni di odio e intolleranza.

Joseph Pulitzer disse: “Una stampa cinica, mercenaria e demagogica produrrà un popolo cinico, mercenario e demagogico.

Molti cartoni animati rifiutati

Osmani Simanca despedido del diario brasileño "A Tarde" por sus críticas al Gobierno

Vignetta del 22-11-2016, rifiutata dalla direzione del giornale, con le caricature (da sinistra a destra) di Romero Jucá, Michel Temer e Geddel Vieira.

Queste vignette rifiutate sono state pubblicate all’epoca con notevoli ripercussioni su altri media, e ha anche sottolineato che, per qualche tempo, sono stati tagliati i testi dei suoi colleghi, ma mai la vignetta. Il fumetto è rimasto“una piccola oasi in un deserto di forbici“.

Osmani Simanca despedido del diario brasileño "A Tarde" por sus críticas al Gobierno
Vignetta rifiutata dal giornale A Tarde il 21-11-2016

Secondo Osmani, un nuovo cambio di gestione ha complicato ulteriormente la relazione.

Le pressioni sono aumentate al punto che ho dovuto spiegare cosa fosse una vignetta e quale fosse il ruolo della satira politica in una società democratica e in una stampa libera.

Mi è stato chiesto chi mi dava gli ordini, al che ho risposto che gli ordini erano i fatti, che ho ricercato in profondità, consultando varie fonti e mettendo la mia opinione sotto forma di giornalismo grafico, utilizzando vignette politiche.

Sono stato poi avvertito di non toccare certi argomenti e personaggi, un compito impossibile nel mezzo del marciume politico ed etico in cui si trova il Brasile.

Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano "A Tarde" per aver criticato il governoNota del primo autore 12 giugno 2017

Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano "A Tarde" per aver criticato il governoSeconda nota, 19 giugno 2017

Intervista con Osmani Osmani Simanca despedido del diario brasileño "A Tarde" por sus críticas al Gobierno

Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano "A Tarde" per aver criticato il governo Quando l’hanno avvertita di non toccare certi argomenti o personaggi… hanno parlato di nomi di persone e questioni specifiche? Come hanno discusso l'”invito” a tacere?

Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano "A Tarde" per aver criticato il governo Di solito non dicono il motivo “ufficiale”. Hanno iniziato con dei suggerimenti, poi sono diventati più diretti: Temer, Geddel… il governo in generale. Alla fine, quello che vogliono è che lei si autocensuri. Deve essere ferma.

Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano "A Tarde" per aver criticato il governo come e quando è stato informato del suo licenziamento?

La direttrice mi ha detto il 9 giugno 2017, durante un incontro nel suo ufficio. Non si trattava di una decisione personale, ma di qualcosa che apparentemente veniva dall’alto. Dal Direttore generale.

Questo licenziamento era qualcosa che poteva accadere in qualsiasi momento. Poco più di un anno prima del mio licenziamento, avevo preso una posizione chiara contro l’impeachment della Presidente Dilma, considerandolo un processo politico, senza alcuna prova. Una vera ingiustizia. Il tempo mi ha dato ragione. Gli sciocchi sono incorreggibili.

Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano "A Tarde" per aver criticato il governoqual è stata l’ultima vignetta pubblicata sul giornale?

Quello che ho allegato.

Osmani Simanca despedido del diario brasileño "A Tarde" por sus críticas al Gobierno

Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano "A Tarde" per aver criticato il governo quali ripercussioni locali hanno avuto le sue note sulla censura e le pressioni del giornale?

Ho ricevuto diversi premi e riconoscimenti per i miei lavori, pubblicati durante gli anni in cui ho lavorato al giornale. La direzione e i nuovi investitori non avevano idea delle ripercussioni, o probabilmente non se ne preoccupavano. La solidarietà che ho ricevuto è stata enorme. Ho sentito che un gran numero di lettori ha cancellato il proprio abbonamento.

Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano "A Tarde" per aver criticato il governoil giornale ha fornito qualche tipo di spiegazione pubblica sul suo licenziamento?

No, ha taciuto perché sapeva che avevo ragione.

Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano "A Tarde" per aver criticato il governo In 15 anni di vignette, il giornale ha avuto diversi direttori e almeno quattro governatori nel Paese. Con quali direttori e governatori pensa sia stato più difficile svolgere il suo lavoro?

Durante i governi Lula e Dilma non c’erano problemi con le mie vignette che criticavano gli errori della sinistra. Senza dubbio, il lavoro è stato più difficile all’interno dei giornali con il governo dell’usurpatore Michel Temer.

Mi è stato anche chiesto di non fare caricature del sindaco di Salvador, ACM Neto (Partido Democrátas), nipote di un famoso caudillo bahiano, che non ama nemmeno la satira.

Per coincidenza, lui e la sua famiglia hanno un giornale che compete con il quotidiano “A Tarde”, che non ha spazio per le vignette politiche.

Sospettavo, ma non avrei mai immaginato, che ci sarebbero stati così tanti brontoloni di destra in Brasile. Potrebbe essere l’effetto di una mancanza di lettura, come disse Unamuno: “Il fascismo si cura con la lettura”.

Libertà in gioco

Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano "A Tarde" per aver criticato il governo E la domanda comune: come giudica la libertà di stampa e di espressione in Brasile oggi? Quale pensa sia la minaccia principale?

Quando si verifica una rottura democratica per mezzo di un colpo di Stato, militare o parlamentare, che è il nuovo stile utilizzato in America Latina per rimuovere un presidente eletto con il voto popolare, ciò influisce profondamente sulla libertà di stampa e sulla libertà di espressione.

Osmani Simanca despedido del diario brasileño "A Tarde" por sus críticas al Gobierno

Se non ci sono cambiamenti, la tendenza è che le cose peggiorino. Il Congresso brasiliano è dominato da truffatori e delinquenti. Gli evangelici hanno 197 seggi, per il momento non sono una maggioranza.

L’obiettivo è quello di eleggere un presidente evangelico del Brasile in futuro. Rio de Janeiro ha recentemente eletto un sindaco disastroso della Chiesa Universale del Regno di Dio, popolarmente conosciuta in America Latina come“Pare de sufrir“.

Se questi religiosi travestiti da politici o viceversa dovessero avere la maggioranza in Parlamento, metteranno in pericolo lo Stato laico e di conseguenza altre libertà saranno soppresse.

Osmani Simanca licenziata dal giornale brasiliano "A Tarde" per aver criticato il governoAggiornamento settembre 2017

La Polizia Federale brasiliana ha scoperto martedì 5 settembre valigie e scatole piene di denaroil denaro è stato trovato in un appartamento utilizzato dall’ex ministro Geddel Vieira Lima, ex stretto collaboratore del Presidente Michel Temer. Finora hanno contato l’equivalente di oltre 10 milioni di euro.

Geedel è stato arrestato a luglio per intralcio alla giustizia in un caso di corruzione e accusato di traffico di influenze.

Accusato di aver ricevuto una tangente di 20 milioni di reais in cambio di prestiti dalla banca pubblica Caixa Economica Federal quando era vicepresidente dell’ente, è stato incarcerato per dieci anni e da allora sta scontando gli arresti domiciliari.

Osmani ha disegnato questa vignetta correlata.

Osmani Simanca despedido del diario brasileño "A Tarde" por sus críticas al Gobierno

Informazioni sull’autore

Osmani Simanca è nata a Santa Clara, Cuba, nel 1960

Si è laureato presso l’Academia de Bellas Artes “San Alejandro” e presso l’Instituto Superior de Arte de la Habana.
Ha iniziato la sua carriera come vignettista nel 1975, nella rivista umoristica Dedeté, all’Avana.
I suoi disegni sono stati pubblicati in numerose riviste e giornali di tutto il mondo. Dal 1995 vive in Brasile, dove ha ottenuto la cittadinanza

Dal 1987 ha ricevuto diversi premi e ha partecipato a mostre a Cuba, Brasile, Italia, Iran, Grecia e Spagna.

Fonte: intervista 2010 (PDF)

Correlato:

humor-apuros

Suscríbete por email para recibir las viñetas y los artículos completos y sin publicidad
Artículos relacionados