L’altro Quino

 
  • ES
  • JA
  • RU
  • CN
  • PT
  • DE
  • FR
  • EN
  • L'altro Quino

    Quino è morto, ma in realtà un altro Quino se n’è andato, oltre a quello che oggi quasi tutti ricordano come il padre di Mafalda.

    Per un bambino di un sobborgo suburbano di classe inferiore negli anni ’70, l’unica opzione per accedere al materiale di lettura che le edicole non offrivano era quella di recarsi in pellegrinaggio alla biblioteca più vicina, percorrendo lunghe distanze attraverso terreni incolti e strade non asfaltate piene di pericoli, molti dei quali reali e altri che vivevano solo nella nostra testa.

    Senza essere abbastanza grandi o avere le conoscenze per distinguere tra fumetti e libri a fumetti, i primi ci sembravano destinati ai bambini e i secondi ai giovani con i primi sintomi del processo di pubertà.

    In quei santuari di persone silenziose pieni di libri noiosi con solo lettere, oltre alle solite pile di Bruguera come Magos del Humor o Súper Humor, c’era appena uno scaffale con quelli che non erano né una cosa né l’altra. Lì, molti hanno trovato Hugo Pratt, Hergé e anche Quino, e molti altri grandi autori del mondo esterno.

    Crescere tra i disegni

    Se da bambino ero affascinato da quelle pagine che sembravano fatte da superuomini, da adulto qualsiasi autore merita tutto il mio rispetto (con alcune eccezioni). Quelli che ci provano perché ora conosco il sacrificio che comporta e altri per essere riusciti a guadagnarsi da vivere disegnando barzellette senza perdere l’entusiasmo.

    Non sono passati molti anni e tutto ciò mi sembrava una lettura infantile, per darvi un’idea, anche i vignettisti dei giornali mi sembravano dei “blanditos” soporiferi. Gli sfacciati anni ’80 ci hanno portato quello che chiamavano “underground”, che ha dato alle edicole una seconda vita e anche qualcosa di ancora più underground, il fanzine.

    E così, tra un disegno e l’altro, come colui che batte le palpebre due volte, lei era già cresciuto. Molti hanno continuato a leggere fumetti. Altri, i più stupidi, pensavano di poterli addirittura disegnare. In tutti i casi, tornare a ciò che abbiamo letto è ancora un esercizio obbligatorio e piacevole, con la sua dose di nostalgia e riscoperta.

    Quino senza parole

    Mi è successo qualcosa di simile con Quino. Mafalda, il suo personaggio più popolare, e ora sul il più banale su Internet, mi sembrava troppo “bianco”, in parte perché all’epoca non avevamo molto contesto sull’evoluzione della società argentina. Mi è sembrato anche serializzato come qualsiasi altro prodotto commerciale. Non invano le sue origini sono state un tentativo di illustrare una campagna per vendere elettrodomestici.

    L'altro Quino

    Da adulta, ho scoperto che la grandezza di Quino risiedeva nel suo umorismo senza parole. Disegnare un buon umorismo silenzioso significa giocare in categorie superiori. E se, oltre a questo, deve disegnare non solo una vignetta, ma intere pagine, ancora di più.

    Quino, sempre discreto e umile, ha toccato con maestria e senza parole quasi tutti i temi del genere gentile e molti altri complicati per l’umorismo, come il suicidio, il machismo, la prostituzione, l’abuso, la repressione e altri temi di oggi, di ieri e di sempre. In alcuni di questi pezzi, anche se utilizza una semplice battuta, riesce a farla risaltare e a farla brillare per la sua risoluzione grafica.

    Quino ha lasciato un grande vuoto e tante belle vignette da leggere e rileggere. È morto mercoledì 30 settembre 2020 all’età di 88 anni a Mendoza (Argentina), la città in cui è nato. Tutte le illustrazioni sono solo un piccolo campione e appartengono a al libro“Esto no es todo” della casa editrice Lumen (2001). Un tomo molto ricco di oltre cinquecento pagine delle tante che sono state e continueranno ad essere pubblicate.

    L'altro Quino

    Correlato Alla ricerca di Quino. Ultimo documentario (giugno 2020)

    L'altro Quino
    L'altro Quino
    L'altro Quino
    L'altro Quino
    L'altro Quino
    L'altro Quino
    L'altro Quino
    L'altro Quino
    L'altro Quino
    L'altro Quino
    L'altro Quino
    L'altro Quino
    L'altro Quino

    Suscríbete por email para recibir las viñetas y los artículos completos y sin publicidad

    Artículos relacionados