Il professore e vignettista Mr Fish accusato di antisemitismo

 

L'antisemitismo è sempre stato il termine di paragone per qualsiasi critica allo Stato di Israele e alle sue eterne torture nei confronti dei vicini palestinesi.

Tutto è antisemitismo

Ora, con genocidio in corso, non c'è assolutamente nulla che venga detto, scritto o disegnato sui mesi di pulizia etnica di Israele in Palestina che non venga etichettato come antisemita.

Se la Stella di Davide appare in una vignetta, anche se non è l'elemento centrale o direttamente collegato al messaggio, anche se occupa la parte centrale della bandiera di Israele, l'autore sarà accusato di antisemitismo per aver utilizzato un simbolo religioso.

Se una vignetta raffigura un pezzo di carne, anche se Israele sta facendo a pezzi la popolazione civile palestinese, il vignettista sarà bollato come antisemita perché anche questo sarà interpretato come un altro tropo antisemita, la libbra di carne.

Se in una vignetta compare il sangue in qualsiasi forma, anche se Israele sta trasformando la Palestina in un vasto mare di sangue, il vignettista sarà accusato di essere antisemita per aver fatto ricorso a quello che è noto come il libello del sangue, un tropo della propaganda antisemita che accusava gli ebrei di usare il sangue dei bambini cristiani per cuocere il matzah e altri rituali.

Inutile dire che bisogna fare attenzione alla forma dei nasi o a qualsiasi allusione, per quanto subliminale o ambigua, al denaro, che provocherà anche accuse di antisemitismo.

El incidente di Harvard

Il mondo dell'istruzione era già in subbuglio a causa di un altro polverone simile alla fine di febbraio, anch'esso legato alle illustrazioni.

L'Università di Harvard è stata coinvolta in una controversia sull'antisemitismo nel campus dopo che gruppi di studenti e un gruppo di professori hanno condiviso una vignetta che alcuni hanno considerato antisemita.

La vignetta in questione mostra una mano, con al centro una stella di Davide e un segno di dollaro, che tiene due corde legate al collo di un arabo e di un nero. Queste persone dovrebbero essere l'ex presidente egiziano Gamal Abdel Nasser e il pugile e attivista contro la guerra Muhammad Ali.

In un dichiarazione, il presidente ad interim di Harvard, Alan M. Garber, condanna la vignetta, definendola "flagrantemente antisemita", dopo che è stata condivisa sui social media da due gruppi studenteschi - l'Harvard University Palestine Solidarity Committee e l'African American Resistance Organization - e ripubblicata dalla facoltà e dal personale di Harvard per Justice in Palestine.

Mr. Fish

Ora è la volta di Dwayne Booth, professore di comunicazione presso la USC's Annenberg School for Communication and Journalism, che è anche un vignettista, pubblica le sue vignette politiche con lo pseudonimo Mr. Fish e tiene corsi di vignettistica politica presso la scuola.

Uno dei suoi corsi, intitolato "Attenzione al contenuto grafico: vignette politiche, fumetti e l'artista senza censura", è descritto come segue:

"Questo corso esamina il passato, il presente e il futuro del fumetto politico, dei fumetti underground, del graphic journalism e dell'arte di protesta, esplorando lo scopo e l'importanza della comunicazione basata sulle immagini come impareggiabile propagatore di idee sia nobili che nefaste. Le opere presentate saranno scelte per la loro capacità unica di dimostrare l'effetto incendiario di battute visive armate, commenti senza censura e pensiero critico in una società così spesso perplessa nei confronti della libera espressione artistica e dell'apertura creativa radicalizzata".

In diverse note si sottolinea che non è noto se gli studenti studino l'opera di Booth in questa classe, cosa che mi sembra assolutamente irrilevante perché in un'attività legata alla libera espressione artistica sarebbe una questione di sangue se ci fosse una lista nera..

Alcuni puntano, altri sparano.

La palla è partita dal The Washington Free Beacon, che ha pubblicato un articolo intitolato "Un professore della Pennsylvania è dietro grottesche vignette antisemite" e che alcuni media si sono presi la responsabilità di elevare alla categoria delle notizie.

Il Free Beacon, con legami con il settore neo-conservatore del partito repubblicano, si dedica a cercare di far entrare di nascosto le sue notizie nell'agenda dei media tradizionali. In altre parole, loro indicano e i media che la pensano come loro sparano.

Fue fundado por Michael Goldfarb, Aaron Harrison y Matthew Continetti. Se lanzó el 7 de febrero de 2012 como un proyecto del Center for American Freedom, un grupo de defensa conservador inspirado en el liberal Center for American Progress. La página cuenta con el apoyo financiero de Paul Singer, un multimillonario gestor de fondos de cobertura estadounidense y donante republicano.

La risposta dell'Università della Pennsylvania.

Il presidente ad interim dell'Università della Pennsylvania, Larry Jameson, ha criticato le vignette di Fish in una dichiarazione pubblicata sui social media dell'università, in cui ha affermato che le vignette non riflettono le sue opinioni o quelle dell'università, descrivendole come "censurabili, con simboli antisemiti e incoerenti con i nostri sforzi per combattere l'odio".

Finora, a differenza di quanto accade nella maggior parte dei casi, la questione non è degenerata troppo e non è ancora arrivata al dunque, anche se alcuni hanno già suggerito il licenziamento dell'insegnante-draghiere. Finché la polemica rimarrà un legittimo e sano scambio di opinioni tra le parti, tutto andrà bene.

In un'intervista rilasciata al The Daily Pennsylvanian, Booth ha difeso le sue vignette di fronte alle reazioni tumultuose dei membri della comunità ebraica, aggiungendo di non aver ricevuto alcuna comunicazione dall'università che suggerisse che il suo lavoro fosse in pericolo a causa delle vignette.

L'AAUP-Penn rifiuta qualsiasi "punizione".

L'Associazione americana dei professori universitari (AAUP-Penn) ritiene che l'Università non debba sanzionare Booth per le sue illustrazioni e condanna le molestie selettive di cui è vittima in una dichiarazione in cui si appella alla Dichiarazione dei principi dell'AAUP del 1940, che contiene forti protezioni per l'espressione extramurale:

"Quando parla o scrive come individuo, l'insegnante deve essere libero dalla censura o dalla disciplina istituzionale.

Dato che la libertà di espressione dà tanto fastidio ad alcuni, non c'è esercizio migliore che lasciare qualche vignetta dell'autore che si vorrebbe mettere a tacere per averla esercitata. Potete continuare a vedere il resto del suo lavoro sul suo sito web o sul suo account Instagram.

Alcune vignette di Mr. Fish.

Fish ha da tempo affrontato la questione dell'uso indiscriminato delle accuse di antisemitismo per cercare di mettere a tacere qualsiasi voce critica.

Ecco una pagina sull'argomento, pubblicata un decennio fa (luglio 2014). Traduzione in fondo.

Il professore e vignettista Mr Fish accusato di antisemitismo

Disegno 1: Qual è la differenza tra un ebreo e una canoa? Una canoa è un ribaltabile.

(Battuta popolare che gioca sull'assurdo per sfruttare lo stereotipo che gli ebrei sono avidi).

Cartoon 2: Non è la fottuta verità, amico?

Punto 4: Recentemente ho pensato alla merda che i palestinesi devono affrontare a Gaza.

Bullet 6: Amico, se pensi che me ne starò seduto qui ad ascoltare questo tipo di antisemitismo....

Traduzione: "Basta! Il pensiero critico fa male all'America".Traduzione: "Basta! Il pensiero critico fa male all'America".

Traduzione degli striscioni: "Gaza, il più grande campo di concentramento", "Palestina libera", "Dolore a Gaza... Vergogna UE", "Israele assassini", "Stop all'olocausto a Gaza", "Stop agli aiuti USA a Israele".

Traduzione: "Benjamin Netanyahu si sta lanciando verso i libri di storia come il primo primo ministro israeliano abbastanza magnanimo da includere fino all'ultimo uomo, donna e bambino palestinese nel processo di pace".

Traduzione: "Se si gira l'immagine in questo modo si può vedere chiaramente che sta promuovendo un tropo antisemita sui nasi grandi".Traduzione: "Se si gira l'immagine in questo modo si può vedere chiaramente che sta promuovendo un tropo antisemita sui nasi grandi".

Traduzione: "Penso che il mondo possa vedere cosa stanno facendo i palestinesi, cercando di rendere il loro eventuale museo dell'olocausto più straziante del nostro, quindi è imperativo che inceneriamo loro e tutto ciò che possiedono - scarpe, gioielli, foto di famiglia, orologi, posate, tutto - in modo che non abbiano più nulla da conservare se non il loro antisemitismo".

Traduzione: "Wow, Margo! Ti sei sbarazzata di tutto, anche della mia decenza umana e integrità morale, e hai fatto risaltare ancora di più il mio impegno a sostenere e difendere la pulizia etnica dei palestinesi da parte dei profittatori fascisti di Washington e Israele! Pensaci, io posso continuare a fare il mio lavoro leccando i culi delle multinazionali e fingendo che non ci sia alcun legame tra il capitalismo clientelare e la disumanizzazione delle popolazioni povere di tutto il mondo, e tu puoi continuare a ignorare le grida agonizzanti dei bambini uccisi senza ascoltare nient'altro che il suono patriottico della lavatrice".

Traducción: "El antisemita más peligroso del mundo"

"(Los palestinos son gente semita, malditos idiotas que siguen llamando antisemitas a los críticos pro-palestinos de Israel)"

Traducción: "IDF" (Fuerzas de Defensa de Israel) sobre el hombre azul que representa a Israel y "PAZ" en el cartel/planta sobre la que orina.

"Israel riega el proceso de paz todos los días y se pregunta por qué todos los pacifistas y humanitarios siguen tan jodidamente cabreados con ellos"

"(Deben ser antisemitas)"

"El test de Rorschach"

"En realidad, lo primero que me viene a la cabeza es la necesidad de saber si eso es un bebé israelí o un bebé palestino, así que ya sé qué es lo primero que me viene a la cabeza"

Traducción: "Es absolutamente esencial que nos abstengamos de llamar genocidio al ataque israelí contra Palestina hasta que el número de civiles muertos sea tan grotesco, absurdo y desgarrador que nadie pueda llamarlo de otra manera"

Traduzione: "La decenza umana e il diritto internazionale giocano a scacchi contro Benjamin Netayahu e non possono muovere un solo pezzo per paura di essere definiti antisemiti".

Chi è l'autore.

Questa è la descrizione che il disegnatore fa di se stesso:

"Sono un vignettista politico, oppositore culturale e creatore di battute sui cazzi, satira sociale e commenti sulle armi.

Sono un pornografo della verità nuda e un moralista di alto livello per i duri di cuore. Il mio lavoro è apparso, tra gli altri, su Harper's magazine, The LA Times, The Nation, Vanity Fair, The Village Voice, The Atlantic, Mother Jones, The Advocate e Truthdig.

I miei libri includono Nobody's Gone, Long Story Short, And Then the World Blew Up, Go Fish: How to Earn Scorn and Influence People e WARNING! Contenuto grafico, tra gli altri.

Ho ricevuto premi come il Grambs Aronson Award for Cartooning with a Conscience, il Sigma Delta Chi Award for Editorial Cartooning della Society of Professional Journalists e il Southern California Journalism Award/L.A. Press Club, tra gli altri. Sono molto conosciuto, come la sifilide, e, come la sifilide, vostra madre vi prenderà a schiaffi se ammetterete di sapere chi sono e cosa faccio.

Il professore e vignettista Mr Fish accusato di antisemitismo

L'umorismo nei guai, raccolta di casi (III)
Casi di vignettisti che hanno avuto problemi di una certa importanza a causa delle loro vignette o illustrazioni satiriche. Ci sono anche alcune storie di altre persone che, senza essere vignettisti, sono finite nei guai per averle condivise.


Suscríbete por email para recibir las viñetas y los artículos completos y sin publicidad

Artículos relacionados

¿Algo que decir?

Este blog se aloja en LucusHost

LucusHost, el mejor hosting