Copiare il contenuto della pubblicazione originale utilizzando il plugin Polylang

 
 
Copiare il contenuto della pubblicazione originale utilizzando il plugin Polylang
Copiar el contenido de la publicación original usando el plugin Polylang

Se utilizza la versione gratuita di Polylang per WordPress, sa già che la nuova pagina o il nuovo post che genera per la traduzione non copia il contenuto originale

Questa è una delle caratteristiche della versione a pagamento, mentre nella versione gratuita deve incollarla a mano.

Per risolvere questo problema e velocizzare il processo, basta aggiungere alcune funzioni nel file functions.php del suo modello.

È sempre consigliabile aggiungerlo in un file “tema bambino“nel tuo plugin di funzioni proprie o utilizzando Snippet di codice nel caso in cui non funzioni nel suo caso e possa facilmente ripristinare le modifiche o nel caso in cui qualcosa si rompa a causa di un futuro aggiornamento di WordPress, del suo template, di Polylang o della versione di PHP.

// Copying content when creating a translation with Polylang
function jb_editor_content( $content ) {
// Polylang sets the 'from_post' parameter
    if ( isset( $_GET['from_post'] ) ) {
        $my_post = get_post( $_GET['from_post'] );
        if ( $my_post )
            return $my_post->post_content;
    }
    return $content;
}
add_filter( 'default_content', 'jb_editor_content' );
// Copying content when creating a translation with Polylang
function jb_editor_title( $title ) {
// Polylang sets the 'from_post' parameter
    if ( isset( $_GET['from_post'] ) ) {
        $my_post = get_post( $_GET['from_post'] );
        if ( $my_post )
            return $my_post->post_title;
    }
    return $title;
}
add_filter( 'default_title', 'jb_editor_title' );

Non so se funziona su tutti i modelli (qui funziona bene con GeneratePress). L’ho trovato in una nota da dicembre dello scorso anno, quindi è meglio provarlo prima in un ambiente di test isolato (messa in scena).

Tradurre i tag con Polylang, un’altra storia

Una nota a margine. Polylang, nonostante sia uno dei più popolari e leggeri plugin gratuiti per creare un blog multilingue plugin più popolari e leggeri, è uno dei pochi che utilizzo e che non credo migliori troppo nella sua versione PRO. Ho provato entrambe le versioni e, a volte, è complicato. Penso che debba evolversi per semplificare il suo utilizzo, migliorare la traduzione delle stringhe e renderlo più intuitivo.

Ora che possiamo copiare il contenuto originale con Polylang nella nuova pagina da tradurre, abbiamo già il titolo, il contenuto e di solito anche i tag

Il problema qui, nel caso dei post, è che i tag vengono copiati in spagnolo e poi salvati come nuovi, aggiungendo il prefisso della lingua alla fine dello slug, ad esempio “nombredeetiqueta-en” (nel caso dell’inglese).

Copiare il contenuto della pubblicazione originale utilizzando il plugin Polylang

Questo comporta la creazione di un altro nuovo tag senza alcun collegamento al tag della lingua originale e senza traduzione. Molto probabilmente finirà orfana o utilizzata in un solo post

Quel che è peggio è che i cartellini si accumuleranno fino a raggiungere cifre ridicole. Mi creda, prima dell’ultima revisione e pulizia (che deve fare con molta attenzione se li indicizza nel robots.txt e crea dei reindirizzamenti 301, perché sono URL della sua pagina che saranno interrotti) si sono sommati alla cifra ingombrante di 8848

Inoltre, avere un numero eccessivo di tag rallenta le query del database e nuoce alle prestazioni.

La soluzione non è quella di rimuoverli nell’editor e aggiungerne di nuovi nella nuova lingua, perché in questo modo non verranno eliminati, ma si creeranno solo di nuovo le stesse parole con il prefisso“-en” nello slug.

Il modo ideale, anche se noioso, è quello di avere ben chiaro quali tag (quattro o cinque al massimo) intende utilizzare esattamente nel post da tradurre e CREARE PRIMA le loro traduzioni corrispondenti

Copiare il contenuto della pubblicazione originale utilizzando il plugin Polylang

Una volta salvate le traduzioni, quando creerà una nuova copia del post, Polylang esporterà anche i tag, ma ora tradotti per la lingua corrispondente scelta.

I tag servono principalmente a migliorare le ricerche interne al suo blog e, sebbene molti esperti di SEO consigliano di non indicizzare né i tag né le categorie, se realizzati con una strategia razionale e attenta, possono generare una quantità non trascurabile di visite organiche. Posso garantirlo.

Può ottenere molto dai tag creando buone descrizioni e una gerarchia logica che non si sovrapponga ai nomi delle categorie ed evitando la creazione di contenuti che possono essere considerati duplicati.


Suscríbete por email para recibir las viñetas y los artículos completos y sin publicidad
Artículos relacionados